accedi   |   crea nuovo account

Vecchio amico

Sudici ed ispidi
i capelli ribelli non hanno via
vanno dove vuole il vento
la sigaretta è sempre in bocca
fino all' ultimo fiato, con la cenere
che sta quasi per cadere.
Vestiti sdruciti, sporchi,
macchiati di cibo e alcol
e andatura lenta, dovuta
alla gradazione elevata.
Il nostro vecchio amico,
si sposta da una bettola all' altra
tra una birra, un bicchiere di vino
una cicca in bocca, una vodka, uno scotch.
Le strade sono il torrente che lo trasporta,
un fiume inquinato da vomito e mozziconi,
e per fortuna alcuni sporchi di rossetto.
Lui, continua così
in questa notte calda e fredda
tutto insieme, tutto in una notte.
Scorrazza da un bar all' altro,
come lavoro spirituale,
per riempirsi l'animi di parole e
lo stomaco di qualsisi cosa liquida.
Gli occhi non stanno più aperti,
ormai è troppo tardi, è troppo avanti,
troppo oltre,
il tabacco è finito.
Nessuna donzella addolorata
accompagnerà a casa il vecchio
nostro amico.
Si trascinerà da solo,
lo sta già facendo, qua e la
per le strade
con l'ultima cicca in bocca,
quasi finita.

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Emanuele Melissa il 11/02/2010 18:27
    Il dettaglio dei mozziconi sporchi di rossetto é classe. Il resto é molto piacevole e l'hai costruita veramente bene. Più un racconto flash che una poesia, bella comunque.
  • Anonimo il 01/10/2009 23:47
    atmosfera cupa e malinconica... tocca chi legge
  • Anonimo il 01/10/2009 23:38
    Dannato... destinato a trascinarsi da un vicolo all'altro solo perchè predilige i bar e l'alccol... troppo tardi per ricominciare da capo...
    Molto bella questa poesia che narra di un problema sociale... a noi vicino.. ma che evitiamo di guardare!!
    Ci fai riflettere Aleks
    Un abbraccio e notte
    Dani
  • Marcello Caloro il 01/10/2009 17:00
    Molto piacevole.
    Il calore di un abbraccio impossibile, attraverso il sapore di una cicca raccattata sporca di rossetto.
    Concetto che stringe il cuore. Saluti. Mar.
  • Anna G. Mormina il 01/10/2009 16:37
    ... un vecchio amico, comunque a cui, porti rispetto...
    ... mi piace Aleks, complimenti!!!
  • Vincenzo Capitanucci il 01/10/2009 15:55
    Bellissima... per riempirsi l'Anima e lo stomaco con qualcosa di liquido... luce o alcool che sia..

    con quell'eterna cicca in bocca... accesa...
  • Kartika Blue il 01/10/2009 15:36
    complimenti per la storia e il tuo stile!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0