username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Vedrei languire.

Vedrei languire il sogno
arroccato a momenti
che appariva
quel sorriso, incerto sì,
ma dove occhi non mentivano
il desiderio…
e volava adagiandosi
a riposare
su labbra che risuonavano
passaggi di parole
sfiorate
da ammiccanti sguardi
a invaghire il tempo.
Piccoli gesti
accoglienti il cuore
che non avevano fretta
di concludersi
nel distacco.
E lasciavano umori
di corpi caldi
che la voce roca
della mattina
rendeva ancora sensuali
di danza.
Vedrei languire,
ora anche quella visione
di brillio di raggi sui tuoi capelli
che m’intenerivano
tra le dita di carezze.
Guardo un cielo
appena offuscato da una prima nube
che annuncia gocce in ore
prossime di tempeste
e sento il freddo scivoloso
su gote impallidite
d’amore lontano.

 

1
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Salvatore Ferranti il 21/10/2009 11:37
    "e sento il freddo scivoloso
    su gote impallidite
    d’amore lontano."

    versi molto belli. sei brava come sempre
  • Anonimo il 01/10/2009 21:12
    Amo sognare
    tu con i tuoi versi ci sei riuscita...
    complimenti
    Angelica
  • loretta margherita citarei il 01/10/2009 19:50
    molto sentita bella brava
  • Giuseppe Bellanca il 01/10/2009 16:33
    Un bel sogno, ma quando c'è il risveglio ti accorgi che è tutto diverso, come l'amore che è andato via lontano.
    Molto bella ricca di sensazioni...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0