PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Patetici

Scrivo queste parole nelle tenebre, nel buio fosco
dove nessuno può capire o riflettere, pensare
ragionare, concludere, affondare

È così che le cose si svolgono
tra pietà e parsimonia
dove nessuno vuole rischiare
prendersi meriti, sfracellarsi

che noia assurda, che orrore, che tristezza
siete tedio che ingorga le vene del cuore
pazzeschi, subdoli, patetici
nei finti sorrisi e gli sguardi ammiccanti

Troppo presi ad esaltare il vostro ego
nella nullità dei fallimenti
giocando a ruoli che non vi competono
e vi rendono ridicoli, davanti al mondo giudice

Occupati da sciocchezze, stupidaggini belle
e buone, tanto che non vedete tutta la polvere
che vola, davanti ai vostri occhi
il declino di persone che non si guardano più
neanche in faccia

Non sparatemi, non ho colpa
sono cresciuto nel fango, e si muore sempre li
anche se con tenacia ho provato ad uscirne
ogni tentativo era una vana scomposizione

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 01/10/2009 22:50
    Intenso... nella tua esposizione di tutte le repressioni che ti compongono... ma sei sicuro di averci veramente provato ad uscire dal fango??
    Un abbraccio
    Dani
  • ANGELA VERARD0 il 01/10/2009 19:42
    intensissima concordo... stile certamente diverso dal mio, ma apprezzata
  • Simone Suzzi il 01/10/2009 17:38
    sempre intenso!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0