accedi   |   crea nuovo account

Spettro

Nei suoi pensieri
balenava solo un' idea
un chiodo fisso
lo faceva impuntare,
lo distraeva dal mondo
e da tutto ciò che lo circondava
era lei
il suo pensiero maggiore
non riusciva a dimenticarla
togliersela dalla mente
cercarsene un' altra
continuare a vivere
terminando l'agonia.
Ma non ci riusciva
non poteva, pensava
credeva fermamente
che non si potesse spegnere così
la fiamma dell'amore
oltre la passione, lo scopare,
l'essere attratti l'uno all'altra.
Lui voleva capire come poteva
essere successo, come poteva rendersi
tutto così vano, insignificante.
Non si dava pace, non mangiava
non dormiva, non credeva,
non ascoltava
tutto sembrava così superfluo
la sua vita gli sembrava così superflua,
vuota e diretta ad un'unica cosa
lei...
Purtroppo i suoi spettri
lo trsformarono in spettro
ed uccise anche l'ultima goccia
di tranquillità
diventando uno spettro.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Simone Suzzi il 08/10/2009 00:57
    geniale!
  • Marco Ambrosini il 03/10/2009 09:12
    Spero non riguardi te , comunque questa poesia è bellissima
  • Inchiappa Vito I Song il 02/10/2009 08:44
    Uno strazio, la fine di un amore. Ma un morto deve seppellirsi. Ben scritta.
    Vito
  • Vincenzo Capitanucci il 02/10/2009 06:31
    Il luminoso spettro... di un Amore perduto...
  • Anonimo il 01/10/2009 23:14
    Non voleva credere come fosse possibile... non si dava pace e ne morì!!
    Bella, mi piace... però meglio girare pagina...
    Un bacio
    Dani

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0