PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Elinikòs

Ho trovato un arpione sul fondo
quando già era tramonto sul lago
di Speranza

L’arpione era carico al tatto
e a me non mancava l’aria
pur essendo in apnea

Al buio di una bolla fredda
ho fiocinato una posta del sole
la più alta per risalire in luce

Dimenticato
ho lasciato ogni presa
e ho preso a respirare
scagliato nel quando
respirammo insieme

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Giuseppe ABBAMONTE il 08/10/2009 13:31
    "Agganciato ad una posta di sole, scagliato nel quando respirammo insieme, ho ripreso a respirare".
    Nicola, se riuscissi da solo a scrivere una dedica del genere alla donna amata, essa mi amerebbe eternamente. E sono convinto che per te valga proprio questo.
    Non ho parole per esprimere la mia ammirazione.
    Giuseppe
  • Vincenzo Capitanucci il 04/10/2009 05:26
    Dekaetia tou exinta... il decimo sole di Nicola...

    Nel punto più alto... in atmosfera di coscienza... ho trovato nell'02---fu ori dal tempo... l'unione... H
  • loretta margherita citarei il 04/10/2009 04:52
    finchè c'è vita c'è speranza, bellissima ed intensa.
  • Anonimo il 03/10/2009 23:59
    meraviglioso canto

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0