accedi   |   crea nuovo account

Fiori tra le foglie morte

nel giaciglio d’autunno,
foglie rosse e gialle,
coltre che ammanta
un ricordo assolato,
l’abbraccio atteso
del mio desiderarti,
si veste delle tue parole.
Sarò fuoco ardente,
fra le spoglie della tua malia,
ti regalerò vita,
in questo viaggio d’amore,
tracciato da echi del cuore.
Amami
come il sole,
sfiorami come il vento,
trasformerò le tue paure
in fiori,
tra giardini di gioia
e ruscelli d’arcobaleno.
Non lasciare
che tutto evapori e sfumi,
lasciando un tramonto a giocare
con i suoi ricordi.
Tu puoi essere l’alba.
Accoglierò i tuoi raggi,
colorandomi di te.

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Don Pompeo Mongiello il 04/10/2009 20:37
    Bravissima
  • Fernando Biondi il 04/10/2009 19:52
    dolcissima, meravigliosa come penso sei tu, complimentissimi
  • Dolce Sorriso il 04/10/2009 14:52
    Lori mi affascinano sempre i tuoi scritti
    grande
    smack
  • Anna G. Mormina il 04/10/2009 14:27
    ... bella poesia, brava!
  • Anonimo il 04/10/2009 13:53
    spettacolare versi di grande cuore
  • Donato Delfin8 il 04/10/2009 12:42
    Una primavera autunnale!
    Brava Lò
  • Anonimo il 04/10/2009 12:03
    Speranza... con i colori dell'autunno!!!
    Un bacio
    Dani
  • Vincenzo Scognamiglio il 04/10/2009 11:21
    bella, complimenti.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0