accedi   |   crea nuovo account

Violenza

Non sento più nulla attorno a me
Solo l’assordante rumore
della mia violenta caduta
nel buio
Solo lo schiacciante peso della tua violenza
su di me
Solo quella maledetta impossibilità di reagire, scappare
Solo quelle vergognose parole, presunzioni
Ed ora il mio cuore ha vissuto anche questo e lo temerà per sempre
Non c’è più un posto sicuro in cui sentirmi protetta
Non c’è più un abbraccio che mi dia fiducia
Sono solo io con queste cicatrici
sulla pelle, nella speranza
Non cura neanche più la vendetta
Mi stringo in un abbraccio con me stessa
Adesso tutto è da ricostruire
Ma tu non credere d’aver vinto
Non permetterò più che un uomo
mi faccia a pezzi
corpo e anima…

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

12 commenti:

  • Anonimo il 03/06/2010 23:54
    Mai, la violenza mai a nessuno...
    Molto dura.
  • giuliano cimino il 29/11/2009 01:43
    il dolore, il male, e l 'ignoranza di chi la fa..
  • Maria Piera Pacione il 30/10/2009 21:24
    capisco il dolore e il sentirsi colpevoli anche se si è vittime. questa poesia fa parte di me della mia esistenza del mio dolore. con la poesia sto cercando di gridare il silenzio di una vita... sei grande un bacio
  • Maria Piera Pacione il 30/10/2009 21:24
    capisco il dolore e il sentirsi colpevoli anche se si è vittime. questa poesia fa parte di me della mia esistenza del mio dolore. con la poesia sto cercando di gridare il silenzio di una vita... sei grande un bacio
  • IGNAZIO AMICO il 10/10/2009 00:16
    Dolore, rabbia, disperazione, ma anche tanto orgoglio e volontà di riemergere. "Mi stringo in un abbraccio con me stessa", stupenda frase che efficacemente descrive anche visivamente lo smarrimento ed il cercare in sè la forza di
    reagire e tornare a volare... Veramente toccante e coinvolgente questa poesia. Bravissima Virginia.
  • Fernando Biondi il 04/10/2009 19:46
    un amore finito male, che ti ha lasciato tanta amarezza e rabbia dentro al cuore, brava non permettere mai a nessuno di spezzare la tua anima ed il tuo corpo, lotta ed imponiti con rabbia e amore, una bellissima poesia colma di emozioni, bravissima
  • paolo veronesi il 04/10/2009 18:40
    "... apri le braccia e vola..." così recitava una cazone. Tu non chiuderle per abbracciare te stessa, avrai un altro "sogno" da abbracciare, il tuo cuore è già pronto se sai scrivere versi così belli(e questa volta ti auguro che il cuore non sia più ferito ma curato da un grande Amore)
  • giusi boccuni il 04/10/2009 16:34
    "Mi stringo in un abbraccio con me stessa" è la cosa da fare... e continuare a fare, sempre e, hai ragione, sono ferite che riecheggiano
  • virginia poggi il 04/10/2009 16:13
    ci tengo a puntualizzare che questa poesia è stata scritta tanti anni fa. non si smette mai di fare i conti con queste esperienze della vita; sono un marchio a fuoco. purtroppo spesso accade che ci si tiene tutto dentro, in un silenzio anche con se stessi, e che ci si sente 'assurdamente' colpevoli.
  • loretta margherita citarei il 04/10/2009 15:29
    scappa io sono scappata 20 anni fa, scappa e denuncia non avere paura
  • Anonimo il 04/10/2009 13:55
    intensa e sofferta
  • Anonimo il 04/10/2009 12:14
    Dolore e morte porta con se la violenza. Bella.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0