username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Il vento scuote..

Il vento scuote le mie chiome
e io sorrido pensando alla primavera
quando gemme diventeranno nuove foglie
e fiori diventeranno nuovi frutti
e ci sarà ombra per tutti
e ci sarà nuovamente musica
di canti d'uccelli e di amanti clandestini.
Il vento scuote le mie chiome
ma le mie radici mi fanno resistere
e non abbandono questa terra che m'ha nutrito
e non abbandono questo cielo che mi sorride
e non abbandono chi mi cura ogni giorno.
Il vento scuote i miei pensieri
regalando nuove sensazioni
e mi abbandono a nuovi echi
e mi abbandono a vecchi ricordi
ma non per questo piango
ma non per questo soffro
ma non per questo cerco
con i miei rami di raggiungere il cielo
per afferrarne la luce di cui mi nutro
mentre la luna piena mi canta una nuova ninna nanna.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 05/10/2009 07:29
    Molto bella.. Paolo... un albero di Vita.. non può abbandonare una terra che l'ha amorevolmente nutrito... anche se è innamorato di una sintesi di luce celeste... continuerà a portare su terra... i suoi profumati fiori... e i suoi dolci frutti...
  • virginia poggi il 04/10/2009 21:17
    che bella sensazione... di semplicità nell'assaporare la vita! la frase 'ma le mie radici mi fanno resistere' mi ricorda la terra d'origine... il modo di vivere tipico dei luoghi in cui si è nati... complimenti per la poesia|
  • Anonimo il 04/10/2009 20:47
    Bella.
  • giusi boccuni il 04/10/2009 19:16
    solida-mente legato alle proprie radici, una bella dote
  • loretta margherita citarei il 04/10/2009 19:10
    apprezzata

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0