accedi   |   crea nuovo account

Sono conteso fra tristezze e gioia

So no
con Te so
parlare dolcemente d’Amore
sdraiati fra nudi campi distesi di energetiche stelle
in abiti d’ombra inappagate allungati tesi all’infinito su un filo dal cuore spezzato ad asciugare i nostri solitari panni scuciti nella luce dalle nostre intense calde voci solari
le lacrime svestite dei nostri corpi immortali a lungo troppo in allunghi d’ombra versate

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Giuseppe Tiloca il 06/10/2009 18:13
    Bellissima Vincè! Anche io, sono in bilico tra due emisferi, tra due stranezze, quali la gioia e la tristezza, me ne sto accorgendo ora e quindi... bè io decido la felicità Un sorriso,
    Grande
    Giuseppe
  • giusi boccuni il 06/10/2009 18:10
    tristezza e gioia, su un unico filo, un continuum esistenziale su cui muoviamo l'esperienza... la gioia illumina, ma il dolore può anche far crescere, se non è sterile e masochistico
  • Anonimo il 06/10/2009 12:50
    bellissimo ritratto di poeta completo
  • Anna G. Mormina il 06/10/2009 12:39
    ... correggo: ... tristezze, gioie... emozioni intense che fanno parte della vita...
    ... splendida!!!!
  • Anna G. Mormina il 06/10/2009 12:38
    ... tristezze, gioie... emozioni intente che fanno parte della vita...
    ... splendida!!!!
  • M. Vittoria De Nuccio il 06/10/2009 12:36
    Straordinariamente stupenda.
  • Anonimo il 06/10/2009 10:25
    solo con te so provare queste fluide emozioni
    grazie

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0