PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

In assenza di suono

Amico, la notte si fa più scura
sulle verdi acque di Lete,
e non ti stanchi ancora
di errare senza mappe, senza mete?

Amico, il giorno estingue la sua luce
svelando un volto menzognero,
ed Eliso cela la croce,
segno di gioia falso messaggero.

Amico, di tutte le teorie
che i vecchi filano nel buio
indossi solo manti di pazzie
perchè l'ultimo respiro sia il tuo.

 

1
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 22/10/2009 00:01
    la notte come verità da vivere in opposizione all'ipocrisia del giorno. E lo stile è fantastico! Mi è piaciuta tantissimo.
  • Anonimo il 06/10/2009 20:51
    molto bella e intensa
  • loretta margherita citarei il 06/10/2009 20:09
    bella bravo
  • Anonimo il 06/10/2009 12:27
    struggente e suggestiva... immagini senza colore di un mondo cupo triste... dove la musica soccombe nella tua fragilità... acuti di anima ferita si accendono in versi di malinconica, rabbia... impreziosita di speranza... grida nell'eternità di sentimento di amicizia... velate dal buio di una morte dei sensi più intimi.. cavalca la tua pazzia... e scopri il tesoro che c'è in te... allora si che potrai dire:io vivo...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0