PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Su di una coltre bianca

Su di una coltre bianca,
incontro al tuo primo lavoro...
Vi tenevate per mano;
era la mamma, stanca,
pensava a molte cose...
I passi incerti affondano
su quel denso spessore
e intorno, quanto gelo...
E, tu, Viola?...
(A cosa pensavi?)
Ma tu, Viola,
stretta la mano
in quella di tua madre,
tu non vedevi altro
che il candore
della soffice neve.
Dietro di te,
chiudevansi i giardini
di primavera.
Tu non avresti visto
il bucaneve,
bucar la neve
ed elevarsi al sole.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0