accedi   |   crea nuovo account

C'è una stanzetta

C'è tra le stanze
della nostra casa,
una stanzetta che non è
abitata:
è la tua, Desirée,
bimba mai nata.
C'è un letto rosa;
non c'è più la culla
perché ora,
saresti signorina.
L'arredo, è tutto
bianco:
bianco il comò, l'armadio,
il comodino...
C'è un specchiera:
bianca la cornice,
presso cui siedi
a pettinar le chiome;
oh i tuoi capelli... Vellutati,
neri,
neri fluenti
sulle bianche spalle.
Guardo i tuoi occhi:
come sono belli...
Bruni, sognanti
su spazi di cielo...
Sì somiglianti a quelli
della mamma.

Nella stanza,
rimane la pianola:
a sera, quando chiudon
le persiane,
suoni per me, figliuola;
suoni per tutte le madri
che non ebbero
creature;
suoni per tutte
le nonne
che non ebbero
nipoti.

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Michele Loreto il 29/11/2012 05:02
    A volte ci sono metrature ammobiliate vuote, interi caseggiati abitati da vicini e da sconosciuti e stanzette in cui si è sempre in tempo per nascere, in cui c'è sempre il tempo per vivere e per crescere
  • Anonimo il 06/10/2011 16:11
    Anche per me vale quello che ha scritto Vincenzo, come lui continuero' a leggerti e commentarti ciao
  • VINCENZO ROCCIOLO il 14/10/2009 12:20
    È la prima tua poesia che leggo, Giuseppina, e mi ha colpito per le emozioni che sai dare. Mi piace il tuo modo di fare poesia, il tuo stile diretto, il tuo metterti in gioco.
    So che non è facile, ed è per questo che ti apprezzo molto. Le tue parole vanno dritto al cuore. Continuerò a leggerti e a commentarti. Un abbraccio. Vincenzo
  • Anonimo il 11/10/2009 13:57
    Struggente ma si può vivere così ...
  • Cinzia Gargiulo il 07/10/2009 17:09
    Molto bella! Tocca l'anima.
    Un abbraccio...
  • loretta margherita citarei il 07/10/2009 15:25
    bella triste
  • Giuseppe Tiloca il 07/10/2009 14:22
    Giuseppina questa mi piace tantissimo... esprimi concetti davvero essenziali, la famiglia, la mamma, la nonna. Una stanzetta, mai ''abitata''. Adoro i tuoi concetti familiari, anche perchè adoro esprimerli anche io.
    Brava, Giuseppe

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0