accedi   |   crea nuovo account

Non ti conosco, non ti riconosco

Viaggi con ali di carta
che si bruceranno al fuoco
della vanità,
eterea nascondi il volto e l'anima.
Non ti riconosco,
forse eri il tempo che consuma
e il tormento che corrode,
forse la consolazione e il perdono.
Come zingara che legge le mie mani,
scomponi i miei ricordi d'amore,
bevendo senza pudore gli umori del mio corpo.
Non ti conosco astratta e arida
cancelli la memoria inestricabile,
come il labirinto di Dedalo,
in un tempo senza storia.
Ferita con il seno proteso,
in ginocchio tra la polvere,
alzi al cielo i tuoi occhi meravigliosi,
spenti come cristalli in frammenti!

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Ruben Reversi il 09/10/2009 08:58
    GRAZIE MARCELLO PER LA TUA GRANDE SENSIBILITA'. RUBEN
  • Anonimo il 08/10/2009 12:18
    che dire strepitose le tue melodie... di malinconici canti di amore perduto... ma un consiglio... non rintanarti nel ricordo di un amore... finito... perchè altrimenti fai il mio stesso errore... chiudi la porta alla passione e ti smarrisci nel labirinto dell'illusione... dai tuoi versi emerge una persona d'animo sincero... perchè non regalare le tue emozioni ad una persona che possa ridarti fiducia nell'amore... non buttare via i tuoi anni più belli perchè poi ti ingabbierai nella ragnatela dei rimpianti... ed è bruttissimo credimi... perciò ti auguro di scrivere km di poesie che parlino finalmente di amore vissuto... di appartenenza in uno stesso cielo... non pensi di meritartelo?
  • Ruben Reversi il 07/10/2009 21:17
    Grazie dolce loretta grazie giuseppe. ruben
  • Giuseppe Bellanca il 07/10/2009 15:59
    Sofferta... bella e triste... bravo... ciao.
  • loretta margherita citarei il 07/10/2009 15:19
    bella tutto fa parte del gioco d'amore, anche i cambiamenti
  • Ruben Reversi il 07/10/2009 14:52
    grazie dolce aurora come sempre decifri in modo intenso i sentimenti che sento e vivo. bacio ruben
  • Anonimo il 07/10/2009 14:34
    .. non ti riconosco.. qualcosa e' cambiato.. si scompongono i ricordi.. immagini e sensazioni si colorano diversamente..
    tutto si consuma in un tempo senza storia.. mentre il labirinto dilata la lontananza..
    molto bella e bravo come sempre caro Rubens..
  • Ruben Reversi il 07/10/2009 14:08
    dolce giusi colgo grandi verità nella disanima alla mia poesia, riesci con profonda analisi a penetrare le mie emozioni.
    grazie di tutto questo. un bacio Ruben
  • giusi boccuni il 07/10/2009 13:04
    molto forti queste emozioni che delineano il cambiamento della persona amata, una trasformazione non sintonica con la profondità dell'essere, tale da non riconoscereà più... purtroppo al giorno d'oggi, complice anche una certa cultura, non è infrequente rincorrere la vanità, l'avidità, la superficialità... non ci si accorge che la luce negli occhi si spegne, come tu ben descrivi

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0