PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Amore tenero...

La vita ti porta a fare delle scelte che a volte si rivelano tristi e dure.
Ti trovi da sola con questo piccolo batuffolo morbido che ami più di te stessa.
Lo fai crescere nel migliore dei modi.
Ora ha trent'anni, laureato, un lavoro, libero e indipendente e non puoi più guidarlo...
ed è giusto così... è giusto che da solo affronti la vita...
ma quanto è duro accettare i suoi silenzi, il suo dire e non dire, sentendogli dire: "mamma voglio abitare lontano da te".
Mi sono sentita in un attimo inutile e atterrita all'idea di restare sola, non con me stessa, ma senza più un figlio… nemmeno fossi la sua più acerrima nemica!
Ti chiedi che errori..., ti chiedi perchè...
ti senti indifesa e insicura a continuare la vita che piano piano se ne va.

 

1
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Dolce Sorriso il 12/10/2009 13:29
    tenero tenero amore... piaciuta
    smack
  • Anonimo il 08/10/2009 22:16
    i figli non sono i nostri figli, sono frecce di un' arco. tu sei l' arco, non l' arcere... non sono parole mie e le riporto a memoria sicuramente in modo impreciso. l' insegnamento è di non essere legati ai nostri figli. Ti capisco, io non riesco ad essere indifferente alle emozioni di mio figlio, quasi coetaneo del tuo, ma sono molto orgoglioso dell' autonomia di mio figlio. Forse per un padre è più semplice, prova a trasformare la ferita in orgoglio per l'essere umano che hai aiutato a crescere. ciao
  • Marcello Caloro il 08/10/2009 21:10
    Certamente non una poesia; sicuramente uno sfogo.
    Tutti noi, ad un primo consuntivo della nostra vita, posti davanti alle scelte dei nostri figli, vacilliamo increduli.
    Saluti. Marcello.
  • Fernando Biondi il 08/10/2009 19:03
    hai ragione, ciò che si prova è quello che dici tu, però se ci pensi è giusto che sia così, è giunto il momento che affronti la propria vita e l'affronti da solo.
  • Anonimo il 08/10/2009 18:52
    ma dai "anna ritaaaaaaaaa" che sei una mamma bravissimissimaaa, sicuramente meglio della mia ahahahah sei tanto dolce quanto forte... tvb isotta
  • Anonimo il 08/10/2009 18:32
    I figli non sono dei genitori ma è sempre difficile accettarlo
  • virginia poggi il 08/10/2009 17:39
    io non sono madre ed è ovvio che esserlo è molto complicato... mio padre mi ha sempre detto che i figli sono dardi, tu li prepari ma poi vanno dove vogliono... da figlia posso capirlo, ma da genitore sentirei le emozioni che esprimi tu... poesia che fa riflettere, bella!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0