username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

È notte

È notte fonda

Luci pettegole

intrigante

premurose e quelle maliziose
si spengono

Il buio, cola
acquattando ogni cosa
in attesa dei primi raggi del sole

Un cuor solitario veglia

gli fa compagnia

il battito del cuore
che mai l'abbandona

E'notte fonda

la brezza
s' addentra
nei vani
senza ripari

placando
l'afa insidiosa

ed io
mia sposa
non so
se è amore

forse
è solo poesia
soffiare sull'ultima candela

dirti buona notte

domani
al sorgere del sole
ti rivedrò ancora

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Valentina B. il 09/01/2010 22:32
    È una poesia lineare e semplice, sta in questo la sua bellezza. bravo!
  • loretta margherita citarei il 10/10/2009 17:09
    apprezzata
  • Anonimo il 10/10/2009 13:29
    Si molto bella ma come dice Ugo e domani? mi piace
  • Giuseppe Tiloca il 10/10/2009 11:30
    Una notte emozionante. bravo.
  • Ugo Mastrogiovanni il 10/10/2009 09:29
    Una notte particolare, ben descritta e resa affascinate, anche se crea quel dubbio finale!
    Attenzione a quel "intrigante", forse -intriganti-.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0