username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Sorella Morte

Quando arriverà il mio momento
sentirò freddo dentro il cuore
che invaderà piano piano e lento
tutto il mio corpo bagnato di sudore.

Poi mi si annebbierà la vista
inerti resteranno le mie braccia
e col pensiero ripasserò la lista
di tutte le cose fatte nella vita.

Il mio pensiero cesserà di colpo
perchè è gia segnata la mia sorte
il cuore cesserà il suo galoppo
e resterò in pace con Sorella Morte

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Antonio rea il 21/10/2009 10:48
    .. Forte, intensa e quasi da brividi, ma concreta come.. LA MORTE!! Poesia che invita a riflettere ed ad essere concreti, realistici!! Incude rispetto la tua consapevolezza di così forti sensazioni!!
  • Salvatore Ferranti il 20/10/2009 11:00
    parlare della morte è anche un modo per esorcizzarla... bella poesia... ben scritta
  • Giuseppe Bellanca il 17/10/2009 14:52
    Ci conviviamo tutti i giorni perchè non sappiamo mai quando ci verrà a fare visita, spesso la ignoriamo ma sappiamo che è sempre lì dietro l'angolo a farci la sorpresa... brava ciao.
  • Cinzia Gargiulo il 16/10/2009 16:07
    Sorella Morte fa parte della Vita ma preferiamo non parlarne trasformando la morte in un tabù. Come sarà quel momento? Chi può saperlo, speriamo solo di viverlo con la pace nel cuore e perchè ciò possa avvenire viviamo bene la nostra vita.
    Poesia intensa!
    Un abbraccio...
  • Dolce Sorriso il 16/10/2009 15:37
    mi hai fatto venire i brividi,
    non pensare alla morte vivi la vita
    bella poesia
    smack
  • antonio castaldo il 13/10/2009 18:04
    tanti passaggi condivisi... rabbrividisco e dico... bellissima!
  • Maurizio Cortese il 11/10/2009 13:27
    Interessante accostamento di reminiscenze francescane e di visioni laiche della morte: un augurio che quel momento arrivi più tardi che mai.
  • Anonimo il 11/10/2009 10:23
    È come se avessi vissuto tutto ciò o forse è solo una predizione di quello che sarà ti auguro tra mille anni, ma l'insieme dell'opera rispecchia come dice Danilo una tristezza che sa di eterno anche dopo il fatidico momento, unica consolazione la pace con "Sorella Morte" da notare che lo scrivi in maiuscolo e da questo presumo che la temi... invece anche la morte corporale è nell'ordine naturale delle cose concludo dicendo che è ben scritto ma ti auguro di viveve ancora a lungo
  • danilo il 11/10/2009 09:10
    bella, mi ha colpito questa tua dolce tristezza eterna.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0