accedi   |   crea nuovo account

Un dici dieci in due infinite nove

Corre nell’anno del Signore dell’undici dieci due mila nove
una stella

sfuggita ad un cielo
d’ottone

percorre le orme tracciate
dalla luce

lasciando
in un Lei Lui

altre orme esplosive disegnate in un croce via d’oro devia con segnando in luminosa intensità alla terra

alla Madre terrestre il celeste Sogno

una eternità di coscienza in follia d’Amore

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anna G. Mormina il 12/10/2009 17:00
    ... il giorno in cui scrivi questa poesia, sarà davvero esplosa questa folle coscienza d'Amore? ... io credo proprio di si...
    ... molto bella!!!!
  • giusi boccuni il 11/10/2009 18:34
    ... e la stella, staccatasi dal giogo, gioca ad incontrare altre stelle, sulla scia luminosa, in ricerca di "una eternità di coscienza in follia d’Amore"
  • Anonimo il 11/10/2009 12:31
    dialettica esaltante poeta giocoliere e profondo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0