accedi   |   crea nuovo account

L’uomo olmo ed il canto della sirena

L’acqua sorgente
diventò
in un giorno senza vento

freddo ghiaccio

un cristallo immobile
di trasparente ostacolo

al libero scorrente fluire

Attraversandolo con gli occhi
bruciò i suoi rami secchi delle sue stravecchie ossa

irrigando a nuovo sostenne nel sole
le sue feconde vigne

il dì venne all’improvviso per l’uomo torcia in un falò nella notte di profumato vino

riportando
il melodioso canto della sirena
nel divino porto

s’immolò
sul molo

di un profondo furente Oceano divina mente de frau dato

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 13/10/2009 22:29
    Bella.
  • Anna G. Mormina il 13/10/2009 15:08
    ... freddo ghiaccio... ma col nuovo giorno, col canto di una sirena...
    ... bellissima!!!!
  • Anonimo il 13/10/2009 12:18
    accattivante
  • giusi boccuni il 13/10/2009 10:25
    ghiaccio... bollente...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0