PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ho frantumato i miei occhi nei tuoi

Ho frantumato i miei occhi nei tuoi
come sale,
come sabbia,
come schegge di vetro
e ti ho fatto male:
un male odoroso
come fumo del sangue rappreso
di pensieri che corrono troppo veloci
come fossero cavalli selvaggi e indomiti.

Ho frantumato i miei occhi nei tuoi
come schegge di passione
senza una meta
verso la quale navigare
senza vele
per scappare con il vento
senza dolore
per questo viaggio senza ritorno.

I tuoi occhi di paglia
come un nido che non accoglie piume,
il tuo dolore antico di lacrime
che rievocano desideri di morte,
la tua semplice bontà di madre
e figlia dell'erba,
tutto è tessuto nella tela
della vita che ti spaventa
ma che ancora non hai disegnato.

Ho frantumato i miei occhi nei tuoi
come sale,
come sabbia,
come corteccia di abete resinosa
per farti sentire il sapore
del mare accarezzato dal sole,
per farti vedere il colore
del cielo abbracciato alla terra,
per portare al tuo cuore il profumo
di una corsa verso l'arcobaleno.

E mi accorgo che sono solo schegge
che entrano nella carne
e che ti paralizzano nella paura e nel rimorso.

Vorrei darti questi miei occhi frantumati
e annegati d'amore
e piuttosto vivere mille anni nel buio
perchè tu possa vedere un approdo
ma non posso:
nel cammino della vita
disseminato di scelte dure come sassi
si procede spesso raminghi e impauriti
ma è proprio mentre si cade sempre più giù
che si acquista la forza di volare.

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Giorgia Deidda il 24/04/2011 15:28
    Splendida, come tutte le altre che hai inviato. Complimenti.
  • Anonimo il 13/10/2009 20:45
    Bella, complimenti.
  • Marhiel Mellis il 13/10/2009 18:24
    Solo il titolo è trascinante... poi leggendo t'accorgi che è ancora più bella... Complimenti.
  • Anonimo il 13/10/2009 14:10
    anche a me sn piaciute le ultime 2 righe
  • Dolce Sorriso il 13/10/2009 13:06
    molto bella
    piaciuta l'ultima strofa
    ciao
  • Vincenzo Scognamiglio il 13/10/2009 12:53
    molto molto bella, complimenti
  • Giorgia Spurio il 13/10/2009 12:12
    wow! che poesia! complimenti!
    descrivi ogni aspetto dell'amore. ogni sua maschera. perchè l'amore ha diverse facce.
    usi delle immagini molto belle come gli occhi frantumati paragonati a immagini altrettanto belle attraverso l'uso di similitudini.
    cos'è l'amore è anche dolore? può far male e ancor più doloroso se quel male lo abbiamo procurato noi.
    diventiamo frammenti vittime di un amore fatto a pezzi.
    ma la speranza non muore.
    e alla fine ci si accorge che non tutto è perso.
    che l'amore può esser ripreso e ben custodito.
    il dolore fa crescere, maturare, e si cerca che "sbagliando si impara".
    è proprio allora che diveniamo Icaro risorti, pronti di nuovo a volare.

    bella!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0