accedi   |   crea nuovo account

Quando sarà tutto finito

Termina la vita mia, ché muore per la tua;
un microbo uccide un elefante,
un gigante che non lo può affrontare
si stende nel campo e si dice la sua...

Canzoni lontane mai abbandonate,
adornano coi fiori le sassate
che hanno deturpato in modo orrendo
la mia espressione correndo verso te;
ciechi i miei occhi, bacerà mia madre
e la sua sofferenza sarà lenita
per quella pace che non ho raggiunto
nel mezzo dell’insonnia e dei dolori:
metà di vita appesa senza prezzo.

Lascia che questo avvenga
nel luogo raggrinzito
e, per l’ultima volta,
io stringa le tue zampe o quel che dura
delle mielate mani,
tanto domani sarà tutto finito.

Ricorda negli inutili momenti,
quando sarai nuda per dovere,
che non conoscevi molto bene
l’esistenza di una storia morta bambina:
una storia che non saprai mai raccontare;
ti dirai che di quell’orso non sapevi nulla,
confortandoti cambiando arredamento
nel fuoco gelido e oscuro del rimorso.

 

2
6 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ferdinando il 15/11/2015 06:34
    molto bella complimenti.

6 commenti:

  • Donato Delfin8 il 21/12/2009 20:46

    Buone Feste
  • Antonietta Mennitti il 13/11/2009 22:41
    ciao!
  • Anna Maria Russo il 09/11/2009 23:54
    piaciuta
  • Sarah K. il 14/10/2009 19:35
    bella bella!!!
  • Cinzia Gargiulo il 13/10/2009 14:27
    È brutto lasciare spazio ai rimorsi...
    Bella introspezione, bravo!
    Un abbraccio...
  • Anonimo il 13/10/2009 13:40
    Guardarsi dentro e scrivere di getto molto bella

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0