PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Presagio

Certo, anche quel giorno
al mare
t'avrò parlato d'avvenire,
madre.
Ma intravvedemmo, presto
all'orizzonte,
molto lontano
un volteggío di ali:
era un gabbiano:
andava
verso il mare,
ma si sbagliava:
ebbro di ideali,
cadde su un rovo:
si ferì il suo cuore.

Noi non sapemmo,
o presago gabbiano,
che molto tardi
del tuo gran dolore.
E fu perciò,
che continuai
a sognare...
Sembrava giorno...

Ed era l'imbrunire.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anonimo il 23/10/2009 18:51
    Intensa di emozione direttamente dal cuore dettate alla mente... molto bella
  • loretta margherita citarei il 14/10/2009 21:01
    bravissima giusy un bacio
  • Anonimo il 14/10/2009 20:51
    Bella.
  • Sarah K. il 14/10/2009 17:34
    bella bella!!!
  • Giuseppe Tiloca il 14/10/2009 15:03
    Giuseppina riesci a trasmettere emozioni familiari dolcissimi, nelle tue poesie, bravissima.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0