PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Rododendro Rosso.

Scoscia il mare su d'uno scoglio
L'onda vibra
scalpita
d'un tratto s'impenna
consumandosi in mille rivoli candidi
mille piccole lacrime di sale e vita
che s'infiltrano
s'insinuano
penetrano
sgorgano
s'alzano.

Li vedo mischiarsi alla terra
diventare terra stessa.
Andare oltre.

Trasformarsi ai raggi di luce
evaporare
lievitare
aggregarsi
rinascere come altro
immolarsi in grosse nubi d'aere.

-... e la gran fanfara di tuoni e schianti è l'infaticabile nunzio del loro ritorno...-

E tornano, dunque, come pioggia d'Estate
a cadere sotto un cielo di rubino
profumandosi di terra feconda
mentre scivolano
docili e pesanti
in grossi chicchi d'argento
danzanti giocosi
sopra un vagabondo
Rododendro rosso.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Nicola Lotto il 13/10/2006 16:40
    il ciclo dell'acqua e della vita. Bravo
  • augusto villa il 13/10/2006 15:53
    Molto molto bella... sei un pittore... che dipinge con la penna... non solo dipingi ma riesci a farci provare cio' che provi... Bravo, veramente!
  • Tiziana Monari il 07/10/2006 11:42
    .. ha dei bei colori... come un dipinto... titty

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0