accedi   |   crea nuovo account

Come un giorno di pioggia

mesto mi volgo sull'irta via della vita.
nell'aere odor di acre e di soave.

invano cerco l'astro che splende
ma cupi sono i miei pensieri,
come giorno di pioggia
e aride le mie membra,
come terra esausta.

appresso è la sera.
bramo sia lieve il suo tocco,
come quello di madre che il pargol suo vezzeggia
e pietosa carezza sublime quiete infonde.

 

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anonimo il 04/06/2011 10:43
    Peccato...
  • Anonimo il 15/10/2009 19:01
    bella

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0