username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Dentro i vuoti del mio deserto

In mezzo alla folla
c'è il caos della solitudine,
me ne sto un po' in disparte
in un bagno di spicchi di sole
spettinata dalla voce del vento.
La pace mi prende la mano
conducendomi
dentro i vuoti, nel mio deserto.
Il tempo ha inghiottito
i resti delle carogne in decomposizione,
è il regno del nulla,
non esistono ostacoli su cui inciampare.
È un ambiente inospitale
nessuna bestia feroce si avvicinerebbe,
ma sotto la sabbia
crescono forti le rose.
In ogni granello risplende il tuo nome,
un eco,
lo sento nel silenzio
che mi solleva il mento verso l'orizzonte.
Riesco a vederti in quell'oasi,
vedo te, speciale
circondato da un'aura immensa.
Cammino, cammino
nella tua direzione
in una marcia di disperata speranza.
Avvicinati
e dimmi che non sei un miraggio.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

14 commenti:

  • Salvatore Ferranti il 27/10/2009 12:11
    il finale lascia senza fiato.
    sei una poetessa nata.
    baci
  • claudia checchi il 24/10/2009 14:33
    mi è piaciuta tantissimo.. e dimmi che non sei un miraggio... bravissima... claudia..
  • Federica Buzzi il 22/10/2009 18:43
    Mi é piaciuta davvero tanto! bellissimo il verso "spettinata dalla voce del vento"... Complimenti!
  • Ruben Reversi il 17/10/2009 16:24
    brava Kartika nei tuoi versi di speranza, verso un nuovo sogno che sorge. un bacio ruben
  • alice costa il 17/10/2009 09:54
    .. splendida immagine..
    bravissima..
  • Anonimo il 16/10/2009 13:22
    bellissima sensualità velata in versi garbati di emozioni forti e struggenti
  • Alessandro GE70 il 16/10/2009 12:06
    bellissima!
  • Vincenzo Capitanucci il 16/10/2009 11:23
    Prendimi per mano... portami nella terra di nessuno... in un deserto.. dove ogni granello... di sabbia.. è una rosa..

    Alchimia dell'essere...
  • Anonimo il 16/10/2009 07:56
    Riprendere il cammino per se stessi, per tornare ad amarci e ad amare ancora. Una poesia che trova nel dolore una luce di speranza, per rinnovarsi e riprendere in mano la vita.
    Bellissima.
    1 bacio
  • Cinzia Gargiulo il 16/10/2009 00:28
    Poesia ricca di belle immagini. Brava!
    Un abbraccio...
  • Anonimo il 15/10/2009 23:37
    Bellissima.
  • laura cuppone il 15/10/2009 20:04
    me la sono davvero goduta!

    bellissima complimenti!
    Laura
  • Giuseppe Tiloca il 15/10/2009 19:35
    Ogni granello di sabbia rappresenta un forte carattere, come le rose, che crescono sotto di essi, ogni granello ha un nome... bravissima Kartika, molto molto bella.
  • Anonimo il 15/10/2009 18:39
    Così va meglio... quelle rose che stanno crescendo sono la speranza... bella Kartika...
    Un bacio
    Dani

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0