accedi   |   crea nuovo account

Quando la morte verrà

Quando la morte verrà,
non avrà i tuoi occhi,
non indosserà il tuo vestito più bello,
nè avrà il tuo disincanto
nè avrà la tua innocenza.
Non volerà con ali di carta colorata,
nè avrà sul volto l'infinita
misericordia di Dio.
Ora vedo soltanto bruma,
cieli immensi di fuliggine,
un mare oscuro che si disperde
e dissolve lidi astratti di melma.
Quando la morte verrà,
non avrà le labbra di fragola dl mio bambino,
lo sguardo sgomento del mendicante,
non stringerà tra le mani il tuo violino,
nè avrà la pietà e la luce del perdono.
Ora sento, il vento farsi gelido,
la mia voce atona, confondersi
con la cantilena di canne spezzate,
il mio respiro asincrono frantumarsi
nel pianto che consola,
le mie mani sul cuore,
a percepire ancora, lontane,
le tue parole d'amore.

 

1
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 26/10/2013 09:43
    molto apprezzata.. complimenti.

2 commenti:

  • Ruben Reversi il 18/10/2009 20:36
    grazie loretta, davero triste, quando stai per morire e senti vino la tua donna che non può far nulla per salvarti.
    grazie ti bacio ruben
  • loretta margherita citarei il 18/10/2009 05:47
    bella ma terribilmente triste

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0