accedi   |   crea nuovo account

La culla della sensibilità

Ogni
tanto ti piace
allontanarti
da Tutto e da Tutti

lentamente
dolcemente
adagiarsi
sprofondando
nella culla
della tua sensibilità

dove
fra morbide luci
e rondini in fiore

vive
il tuo
Io
sorridente

agitando
le sue bianche manine

cattura nell’essenza

una gioia perfetta

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • Anonimo il 18/10/2009 22:06
    Dove volano le rondini devo proprio sollevare lo sguardo e ammirarle in silenzio come in silenzio leggo e navigo nell'oceano della bellezza che ci doni attraverso le correnti infinite della tua straordinaria creatività.
    Sempre con gratitudine.
    Un abbraccio e una carezza.
    nel
  • Anonimo il 18/10/2009 16:07
    Bellissima Vincenzo.
  • M. Cristina Tacchini il 18/10/2009 15:34
    Sprofondo anch'io volentieri in questa culla a volte. Bellissima, Vincenzo!
  • Anonimo il 18/10/2009 14:16
    .. splendida.. Vincenzo entro nei passi del bambino
  • Anonimo il 18/10/2009 12:53
    Tutti dovremmo ricordare "il bambino/a" che è in noi... ci aiuterebbe a vivere in modo più armonioso e a dare la giusta importanza alle cose!!
    Grazie di avermelo ricordato!!
    Un bacio
    Dani
  • giusi boccuni il 18/10/2009 12:13
    ... ah... quelle bianche manine... che irresistibile richiamo
  • sara zucchetti il 18/10/2009 11:46
    Bravo Vincenzo molto bella e dolce! "Sprofondando nella culla della tua sensibilità" Una gioia perfetta che cattura la nostra anima allontanandosi da ogni cosa in questo mondo
  • Giuseppe Tiloca il 18/10/2009 10:56
    Ogni tanto, Vincenzo, mi piace allontanarmi da tutto e tutti, per riscoprire il mio io, e parlare con la mia antura.. forse è una condizione che conosci già, dato che ne parlo quasi sempre.. questa tua.. mi fa riportare su, a galla, i ricordi del mio primo racconto o mia prima opera.. te la ricordi? Giuseppe e la natura.. quando, io, mi immergevo li, in quegli alberi d' eucalipto e lentischio... Hai ragione, certe volte ci vuole proprio, un allontanamento per poter sorridere, agitare le mani, e pensare. Bravo bravo!
    Mi hai riportato in mente alcuni ricordi bellissimi!
    Grazie, Giuseppe
  • Anna G. Mormina il 18/10/2009 10:44
    ... si anche a me, ogni tanto piace allontanarmi da tutto e da tutti... ritrovo me stessa 'bambina' e sto benissimo!
    ... molto bella!... grazie!... un bacio-ro!!!!
  • vincent corbo il 18/10/2009 10:10
    affascinante
  • luisa berardi il 18/10/2009 09:05
    bellissima.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0