PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Intreccio di menti fra passati presenti, discorso a due voci

Di menti
chi amo?
Il passato
De mente!
La scia morente?
Il triste retaggio
del sole presente?
Taglia le corde
issa la vela
arma la nave e parti
La nave non parte
non so dove andare
Povero di venti
tu
che il passato
di menti chi
Amo
Amai
Amo

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Donato Delfin8 il 29/10/2009 15:19
    Bravissima
  • Solo Commenti il 29/10/2009 09:48
    Mostra il potere delle parole in condizioni di assopimento della logica formale. Una convincente espressione del disincantato non voler convincere.
  • Dolce Sorriso il 19/10/2009 14:20
    dolce melodia
    piaciuta
  • Cinzia Gargiulo il 19/10/2009 00:17
    Un bel gioco di parole che danno sonorità alla lettura.
    Brava!
    Ciao...
  • loretta margherita citarei il 18/10/2009 21:40
    piaciuta per l'originalità
  • Anonimo il 18/10/2009 19:36
    Molto originale, Giusi... passato e presente che si intrecciano...
    Un bacio
    Dani
  • Giuseppe Tiloca il 18/10/2009 18:10
    Anche tu spezzi! Bellissimi!
  • Vincenzo Capitanucci il 18/10/2009 17:13
    Leggendola a voce Alta... ha una bellissima sonorità...
    Povero diventi... tu... che il passato Amor.. dimenti... chi? Demente... fra presenti passati.. e passati presenti... fuori di mente.. scie morente di un presente fiorente..
    Bella... Giù... la posso leggere.. in mille modi diversi...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0