PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

È mia

In questa fredda serata d’ottobre,
due biciclette,
io e te.
Tu davanti a me,
il mio amor che ti sospinge,
i miei occhi si nutrono della tua immagine.
In questa fredda serata d’ottobre,
ti sento mia, come mai ti sentii,
noi due soli,
soli che riscaldano i cuori.
Percepisco gioia,
in questo andare così banale,
pedalare senza fretta,
per un caffè ed un cappuccino.
Stringerci le mani,
come due ragazzini baciarsi pedalando,
e toccare il cielo con un dito.
Un uomo ti guarda e ti sorride,
e il mio pensiero diviene una certezza:
questa è la mia Donna.

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Annamaria Ribuk il 27/10/2009 12:39
    ... stupendaaaaaaaaaaa... l'Amore quello vero si sente...!!!
  • augusto villa il 19/10/2009 23:23
    La donna della tua vita... e la gioia di una certezza.
  • Fabio Mancini il 19/10/2009 21:18
    La gioia di possedersi in semplicità. Carina! Fabio.
  • loretta margherita citarei il 19/10/2009 20:34
    romantico cesare
  • Anna G. Mormina il 19/10/2009 16:53
    ... splendida!... complimenti!
  • Anonimo il 19/10/2009 12:26
    Bellissima dichiarazione d'Amore... le piccole cose ci rendono ricchi!!
    Un bacio
    Dani
  • Vincenzo Capitanucci il 19/10/2009 12:15
    È mia questa Donna... È mia questa Vita...

    Ben tornato Cesarone... e intanto si pedala... per toccare il cielo... con un dito..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0