accedi   |   crea nuovo account

Dario

E tu
Parca figura
Della notte
Molesta tentatrice
Mi avrai ancora?

Sei tu
Deluso amante
All’alba
Timida ombra
Tra i rovi?

Per te
Spezzai
Catene di paglia
Giogo ferreo
Alla mia libertà.

Tu ancora
Non sei distante
Cammini
Come storia
E segui
Come lamento
Il mio divenire.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Antonio Pani il 12/11/2009 18:38
    Scritto di forte intensità, profuma di profonda introspezione, di desideri inenarrabili. "... per te spezzai..." bellissimo capoverso, efficace e lucida metafora che racconta "la verità", e profuma (urlante) di un forte senso di responsabilità. Io l'ho sentita così. Mi è piaciuta, complimenti. Grazie per attenzione e commenti, a rileggersi, ciao.
  • Anonimo il 19/10/2009 17:18
    La speranza è sempre l'ultima a morire chissà...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0