username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Sterzata a sinistra

Guido da solo
mi capita ogni giorno
quando vado a lavorare
la strada che percorro
sempre la stessa
mi piace
è scorrevole
poco trafficata
in discesa
l'asfalto privo di buche
permette di mantenere bassa la concentrazione
senza correre troppi rischi
mi piace il panorama
fatto di alberi di carrubo
e profonde valli
mi piacciono i piccoli viadotti che attraverso
il rumore che fanno le gomme
laddove l'asfalto
per qualche centimetro s'interrompe
mi piace salutare
i ciclisti in salita che sempre incontro
quasi sempre gli stessi...
Ma stamattina questo mi è capitato
di essere alla fine di un rettilineo
e all'inizio di una leggera curva
ho intravisto un grosso tir
nella corsia opposta
uno di quelli a due rimorchi
giganti della strada li chiamano
questo era bianco
sulla cabina la scritta "amedeo"
non doveva essere delle mie parti
chi guidava quel bestione di plastica e metallo
un attimo prima di incrociarlo
mi è venuto da pensare:
e se ora io
in questo preciso istante
sterzassi di colpo a sinistra?
La mia macchina andrebbe contro il suo muso di ferro
m'investirebbe in pieno
non lasciandomi scampo alcuno...
Provando un brivido
che non so ripetere
ho immaginato l'impatto
l'effetto delle lamiere contorte
contro la mia pelle
ho immaginato quel momento
quello della morte che chiamano "sul colpo"
e ho pensato che qualcosa si deve pur provare
che non può essere cosi immediata
la perdita di coscienza...
e poi mi sono chiesto:
ma è davvero così sottile il filo
che ci mantiene in questo mondo?
Che basterebbe solo una piccola sterzata a sinistra
un leggero cambio di direzione
per far finire tutto quanto?
Siamo così legati alla buona sorte
da non poterne fare a meno
nemmeno per un secondo?
Quando riaprii gli occhi
un attimo dopo
o forse due
stavo ancora guidando
e il tir era ormai solo una macchia
nello specchietto
"mi sono salvato"
mi sono detto
"per questa volta ce l'ho fatta
a non perdere il controllo"

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 20/10/2009 09:05
    Molto bella... e originale Salvatore... mai perdere il controllo...
  • Anonimo il 19/10/2009 20:47
    Si dice che in quegli attimi si rivive una vita intera... penso che questo tu l'abbia provato, sono anche felice che tu non abbia sterzato a sinistra ma non chiudere mai più gli occhi quando guidi, fallo per me!!!
    Un bacio
    Dani
  • Anonimo il 19/10/2009 20:28
    La vita è solo un attimo meno male che non hai sterzato... pensa che pensa quel povero camionista vederti spiaccicato come marmellata sul panino
  • virginia poggi il 19/10/2009 20:07
    bel commento marcello! ma si, sarà tutto a posto! scherzi a parte... immedesimandomi in quello che hai scritto ho provato i brividi e credo che il filo sia davvero troppo sottile... se poi si pensa che c'è gente irresponsabile c'è quasi da considerarsi miracolati ogni giorno... bella poesia!
  • marcello cardinale il 19/10/2009 19:49
    Battisti voleva guidare a fari spenti tu vuoi sterzare!!!!!!! sicuro che è tutto a posto?

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0