PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Perdono

Ad un figlio mai nato
voglio chiedere perdono.

A lui
che è stato concepito senza chiederlo
e gli è stata negata la vita.

Che nessuno voleva
pur essendo frutto
di un atto d’amore.

Che
non ho avuto la forza d’amare abbastanza
per farlo crescere nel mio grembo.

Ad un figlio
che aveva un cuore e gli è stato strappato
lasciando nella mia anima,
una ferita sanguinante.

Che
che poteva essere gioia
ed è stato dolore.

Ad un figlio
che non potrò mai guardare negli occhi
voglio chiedere
perdono.

 

2
7 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 02/11/2013 03:34
    apprezzata.. complimenti.

7 commenti:

  • Anonimo il 02/06/2010 22:06
    Da donna mi sento coinvolta in questa tua poesia.
    Molto toccante e carica di dolore.
    Bellissima.
  • Ruben Reversi il 18/12/2009 16:00
    Una madre non può chiedere perdono... immenso è la'amore per il suo sangue che scorre. struggente e bella.
    Ruben
  • fabio martini il 06/12/2009 08:39
    straziante poesia... io qui non ho parole da aggiungere. fm
  • Antonio rea il 22/10/2009 07:31
    .. Sei dolcissima, dolcissima nello scrivere, ancora più nei sentimenti!! .. questa tua poesia è TUTTO!!
  • Giuseppe Bellanca il 21/10/2009 23:56
    Un argomento da me trattato, la mia prima poesia pubblicata (se ti va leggila).
    Commentare la tua poesia mi crea dolore, preferisco non giudicare perchè non ne sono capace, sono per la vita e solo Dio può toglierla, i nostri errori emergono nel tempo impietosi lasciando ferite che difficilmente guariscono ma come ha detto Loretta la misericordia di Dio è infinita ed hai il suo perdono come anche quello del figlio che non è mai nato. ciao.
  • Anonimo il 20/10/2009 18:59
    Un argomento molto delicato
    ma penso anche, alla profonda ferita che questo atto, ha lasciato nella tua anima
    ciao
    Angelica
  • loretta margherita citarei il 20/10/2009 06:06
    un tasto doloroso, dolore che trascinerai sempre, ho perso due figli a tre mesi di gravidanza, non per mia volontà, ma per legge di natura, ma ogni tanto penso a come sarebbero oggi, comunque vai avanti, la misericordia di dio è infinita, grande quanto il suo amore.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0