accedi   |   crea nuovo account

A Eddy

Correndo varcavi il cancello
ignaro del dì che giungeva
e volando lo zaino incurvato
pareva serbare al domani
raminga la tua allegrezza.

Tra lamiere ferrigne racchiuso
il cuore con battito estremo
affrettava il tragitto al Destino
ed ora mi arrendo a pensare
sfiorati i tuoi neri capelli
da dolce carezza infinita.

 

l'autore Maurizio Cortese ha riportato queste note sull'opera

La morte improvvisa, in un incidente, di un compagno di scuola di mia figlia di soli 7 anni mi ha suggerito questi versi; il giorno prima l'avevo visto varcare correndo il cancello della scuola.


1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Anonimo il 20/10/2009 22:49
    Bella.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0