username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Le mie stagioni

Somiglio alla rugiada del tuo giardino.

Discreta e passeggera,
trasparente e vigile.

Riposo di notte
gli occhi stanchi di lacrime
che di giorno asciugano decisi, risoluti.

Ti riscaldo con il Sole,
ululo poi alla Luna.

I miei giorni sono l'estate,
le mie notti sono gli inverni,
i miei sogni sono l'autunno,
i miei canti la primavera.

Cambio, trasformo, rinasco e ritorno.

 

1
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0