username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Canto di San Valentino

Per le anime col cuore riverso nella spazzatura,
per coloro che oggi non sanno più né amare né odiare,
per le ombre che siedono nel presente senza far rumore,
per l'uomo che attende il ritorno d'un angelo sceso all' alba,
per te mia luce che ogni istante colori un po' d'azzurro.

Solitaria una notte,
nella via, due anni fa:
nel tuo cielo una rosa,
rapita alla musica,
e-mail per dire Amore
ma San Valentino ignora,
una goccia dopo l'altra
cade nel buio del cuore.

RIT: Guardo un fruscio del vento,
sopra il golfo di Trieste,
due pensieri in un nodo
e nella mente il tuo ricordo.

Spesso, i giorni perdono
il sapore del suono,
dietro il silenzio, una voce:
"Chiamami, se ti va... Chiama,..",
ingenuità d'un bambino,
ieri ho venduto l'anima,
oggi carezzo il cuscino,
ricordando un' illusione.

RIT: Guardo un fruscio del vento,
sopra il golfo di Trieste,
due pensieri in un nodo
e nella mente il tuo ricordo.

Guarda: un fruscio di vento
coglie il mare di Trieste,
mentono le lancette,
due pensieri in un nodo
e nella mente un ricordo.
Sì, gioca un po' l'emozione:
ora che vorrei dirti molte cose,
forse non ho più parole.

 

2
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • naida santacruz il 05/02/2009 09:45
    l’amore è tutto quello che sappiamo, è viverlo in ogni momento, anche senza parole.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0