PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Oggi un temporale

È tempo di rincorse, di morsi ed affanni
È tempo di giocate al sole da bambini
Ricordi la prima estate?
Si facevano lanci lunghi con le scarpe chiodate

Era il tempo della leggerezza, della stoltezza
Ma oggi un temporale ci tiene compagnia
Quelle gocce furiose di lacrime dal cielo
Inondano pareti di case decadute ormai

Lampi tuoni saette
Il cielo comunica
E la pioggia oggi non smette
Uno sguardo di nubi …….

Siamo bambini non ricordi?
Il tempo offende la memoria …la storia
Siamo un popolo disobbediente poco attraente
Gli unici momenti li abbiamo persi in gloria

Ed il tempo della leggerezza stenta a ripartire
Con mani scavate dalla fatica ci appoggiamo
L’un altro alla schiena diritta e fiera
Per un piccolo gesto nel sostenersi verso sera

Lampi tuoni saette
Il cielo comunica
E la pioggia oggi non smette
Uno sguardo di nubi …


Oggi un temporale concede umori neri
Nel gesto consueto dei giochi di bambini
Malpagati e annichiliti sempre più
Schiavi di un potere, di una memoria che fu

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Anonimo il 22/10/2009 15:08
    Io mi definisco una 39enne con lo spirito di una tredicenne. Se potessi giocherei ancora con Barbie e le figurine Panini. Voglio girarti una cosa che ho scritto un po' di tempo fa', pensando a mio figlio Davide, 11 anni. Mi piacerebbe un tuo commento:

    Quali giochi?


    Play Station 1
    Play Station 2
    Play Station 3
    Nintendo DS
    PSP
    X-BOX
    SKY
    Solo echi di cemento
    nei cortili desolati e vuoti:
    LA TUA INFANZIA

    Mosca cieca
    Strega comanda color
    Un due tre stella!
    Fragola arancia limone mandarino!
    Nascondino
    Ce l’hai
    Palla prigioniera
    Figurine Panini
    Nei verdi cortili
    schiamazzi e risate
    di bambini felici:
    LA MIA INFANZIA

    M
  • Fiscanto. il 22/10/2009 13:19
    http://paspo. splinder. com/post/12564762/oggi+un+temporale
    ascoltate Cristiano
  • Fiscanto. il 22/10/2009 13:14
    In questa poesia/canzone, perchè Cristiano scrive poesie che poi rende in musica, vediamo una vena di poesia pascoliana, un accenno al fanciullino, e anche un rimando alla poesia La pioggia nel pineto di D'Annunzio. Solo che quella era una pioggia fresca e gioiosa, mentre questo è un cupo temporale. È il temporale della vita, dell'incombenze giornaliere, della fatica che cancella la spensieratezza della fanciullezza. Insieme al tempo che intacca finanche il ricordo di queste belle cose. E si diventa schiavi di un potere che annulla la gioia di vivere. Bella poesia, senza dubbio e anche bella canzone. Se la cercate in Internet la troverete cantata da Cristiano.
    Ciaooo
  • Anonimo il 22/10/2009 10:38
    Prendere coscienza del fatto che la serenità di quando eravamo bambini adesso manca, pur avendo magari meno a livello materiale si era più solidali e la vera amicizia, il vicinato regnavano e rasserenavano... Il consumismo, lo stress questo grande temporale che si abbatte sulla nostra società, annichilisce veramente e abbiamo dimenticato come è facile e bello inserire piano piano nella nostra vita un po' di serenità e di fratellanza...
    Bellissima riflessione, grazie Cristiano
    Un bacio
    Dani
  • loretta margherita citarei il 22/10/2009 09:55
    molto apprezzata benvenuto
  • Cinzia Gargiulo il 22/10/2009 09:19
    Piaciuta. Bravo!
    Benvenuto nel sito!...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0