accedi   |   crea nuovo account

Poco prima del buio

Ragazza siamo come don chisciotte
Che lotta contro i mulini a vento
A volte, vedi, non riusciamo a capire il limite
E ci costringiamo a creare errori

E intanto i giorni passano senza un perché
E ci si chiede se la nostra barca si sia arenata
E se le vele prima o poi prenderanno il vento
Per navigare i sontuosi mari del nord

Poco prima del buio la luce
E facciamo fatica a vederla e prenderla
Ci scappa via e la nostra mente
Ci saluta e se ne va…

Ragazza vedi le strade sono piene di cose lucenti
Ma non è oro, è solo un riflesso del sole
E vederlo non si può perché farebbe male
Attenzione perché a volte scotta

E intanto i minuti scorrono senza di te
E ci si chiede se tu prima o poi capirai
Se possiamo trovare una via anche oscura
Da poter camminare, da poter viaggiare

Poco prima del buio la luce
E facciamo fatica a vederla e prenderla
Ci scappa via e la nostra anima
Ci saluta se ne va

Ragazza vedi il tempo ci chiede di fare un passo
Cercheremo di farlo
E ci vedremo nel tempo in cui
Il tempo ci prenderà per mano e ci dirà adesso

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 12/11/2009 19:58
    Leggo una speranza di non accettare i compromessi del tempo, spesso deleterio per chi crede di non viverlo come vorrebbe. Monica
  • Anonimo il 23/10/2009 19:32
    si, il momento più buio della notte viene subito prima dell'alba.
  • Fiscanto. il 23/10/2009 09:00
    Molto bella Un errore di svista, Cristiano. Chisciotte è un nome proprio e va con la maiuscola...
    complimenti!
  • Anonimo il 22/10/2009 21:29
    Il tran tran tedioso che provoca apatia, ma al momento giusto percorrendo insieme la strada chissà...
    Un bacio
    Dani

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0