username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Tardi

È tardi
ma la notte è ancora lunga
non ho sonno
ho già dormito tante volte
ho già dormito troppo
in questa breve vita
fuori
anche il vento è assente
come le persone
le macchine parcheggiate in fila indiana
sembrano dei giocattoli colorati da quassù
le lamiere sono lucide di rugiada
è umida questa notte
il ponte è appena visibile
trema e ondeggia
quando la luna si scontra con le nuvole
ogni tanto qualche macchina lo attraversa
ma solo ogni tanto
solo chi non dorme
come me
solo che io sono fermo
con una mano sul vetro gelido
e con l'altra a grattarmi una guancia
dovrò farmi la barba domani mattina
quando tutto questo sarà passato
quando questa notte sarà andata
a far compagnia alle altre notti
cosa ne sarà di quello che sto vedendo
di quello che sto pensando?
qualcuno di cui mi fido
dice che ho talento
che non dovrei sprecarlo
che dovrei mettermi in gioco
mostrare agli altri ciò che valgo
dovrei...
Un cane si è fermato vicino alla ruota
della mia macchina
non vorrà mica...
L'ha fatto!
Comincio a sentir freddo
sarà la mano ancora attaccata al vetro
sarà meglio che mi ritiri
è tardi
ma non mi è mai importato così poco
ho un libro che mi aspetta sul divano
e come un'ebbra amante
è aperto sul più bello
mi sdraio insieme a lui
e affondo nel suo mondo

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 22/10/2009 21:20
    La notte lunga che ti accompagna nelle riflessioni... acuisce i sensi con cui osservi il mondo fuori dal vetro, ma tanto è inutile la mattina arriva e allora leggiamo un buon libro aspettando il sonno tardivo...
    La notte insonne compagna di molti...
    Un bacio
    Dani
  • Salvatore Ferranti il 22/10/2009 17:13
    grazie mara. sei sempre gentilissima
  • Anonimo il 22/10/2009 17:10
    Triste all'inizio quando sembra che tu ti voglia arrendere, quando ti poni la domanda di cosa sarà della vita, dei ricordi quando la notte sarà evaporata. Bella la fine quando ritrovi da un libro amico la forza di goire, di affrontare la vita, un libro come ebbra/o amante. Un immagine molto particolare. Complimenti, ciao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0