username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Freddo

Vesto canovacci davanti a specchi
io io io sempre io che non sopporto
quel morbido silenzio della mente
"a cosa pensi?" giuro lo stesso
"non penso a niente".

Giorni a tessere parole, giorni ad indossarne
te le regalo come il maglione per l'inverno,
perché io le getterei nel fuoco del bidone all'angolo
per tanto che bruciano le mie notti e le mie tempie.

Merito favole perché so che all'alba non restano.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • lupoalato maria cannavacciuolo il 12/11/2009 17:12
    le favole sono come i sogni forse svaniscono all'alba, ma quello che ti devono dire non va via con la luce ritorna al calare delle tenebre... almeno cosi e per me, spero anche per te
  • Samuele Scagliarini il 23/10/2009 16:32
    Interessante chiave di lettura Maria, grazie!
  • Anonimo il 23/10/2009 16:00
    Si vestono maschere, si tessono parole per non rimanere soli, per trovare conforto. Ci si lascia cullare dalla malia delle parole, divengono favole, ad un certo punto ci si sveglia e queste favole svaniscono nella bruma di un sogno lasciando la nostra anima nuda. Complimenti, ciao
  • Samuele Scagliarini il 23/10/2009 12:34
    onorato, non davvero... un po' di più...!
  • Maria Luisa De Filippo il 23/10/2009 10:23
    Bella... molto bella davvero... è la prima volta che lo dico da quando sono iscritta su questo sito..
    ma la tua poesia mi ha colpito molto..
    Bravo..
  • Salvatore Ferranti il 23/10/2009 08:53
    Merito favole perché so che all'alba non restano.

    daVVERO molto bella. complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0