username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Miraggi

Delirio patetico ed inutile
di chi a questa età
cerca ancora mete
e si ritrova sperduto
fra strade tortuose
ed impervi sentieri.
Gli occhi fissi
a quella fioca luce lontana,
miraggio irraggiungibile.
Mille ostacoli inducono
alla sosta, alla resa,
ma il cammino continuerà,
finchè la vista percepirà
quel tenue bagliore
e le gambe sosterrano
un corpo ormai greve.
Nessuno vuole aiutarti
e poi neppure potrebbe.
Passi sotto mille occhi
indaffarati e distratti
ma resti inosservato.
Solo un uccellino libero
ti spia curioso da un ramo:
non mostra paura di te,
forse solo pietà.

 

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anonimo il 23/10/2009 22:25
    una descrizione degli animi di questo nuovo mondo, lo vedo anch'io quando le prime luci dell'alba fan camminare in tutte le vie per affrontare ogni dì un nuovo giorno, chissà se la moltitudine non lo vorrebbe, sarà la modernità ma così mi sento puntare un dito "vecchio". mi è piaciuta la poesia. ciao Salva.
  • loretta margherita citarei il 23/10/2009 20:05
    profonda bella

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0