username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Quando l’essere si fa movimento in mistica parola di fuoco

Seduto a cavalcioni
sulla linea d’onda dove l’orizzonte si ionizza nella io no sfera senza confini all’Amore

un piede lasciato languidamente alla deriva nel caldo tepore di acque smeraldo accarezzate dai flussi e riflussi d'azzurri marini

la testa attraversata da fulmini infuocati di superno cielo

in brividi di Sole

aspetto vivendo l’essere vero
l'essere mio

fra mille apocalittiche maree di parole disperse

protese
in azione di grazia
di grande sublime ironia

un Uomo
Pagliaccio
Sorridente
di se stesso

Sincero
Perspicace

Un uomo
in sfera di cristallo

dagli occhi
di ghiaccio

d’H giù
unito
dalla testa in giù

a capelli
eburnei
femminili
rossastri

capace
d’autentica Parola

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • giusi boccuni il 23/10/2009 21:47
    aspetto vivendo l'essere vero, l'essere mio... anche a me è piaciuta moltissimo questa strofa... aspettando e costruendo in un intimo moto perpetuo
  • Anna G. Mormina il 23/10/2009 14:00
    ... vorrei essere anche io un Paglioaccio d'autentica Parola...
    ... splendida e rifletto!!!!
  • Samuele Scagliarini il 23/10/2009 10:13
    Oh! Questa mi piace assai! In particolare la prima parte dove (personalmente, per musicalità invertirei i versi..."aspetto vivendo l'esser mio, l'essere vero". Good job!
  • Salvatore Ferranti il 23/10/2009 09:51
    versi che mi hanno emozionato. grazie vincenzo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0