username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Un bambino mai nato!

Offrimi il pane fragrante
e una buona cioccolata
calda,
con un sorriso al mio risveglio.
Fammi ascoltare le canzoni
disperate di Brèl,
con voce di cristallo.
recitami le poesie di Neruda.
Stringimi forte al tuo seno!
Parlami del mio io che non conosco,
del mio io che tu conosci,
radice di sangue che vibra
inerte nel tuo utero.
Accenna con passi frenetici di danza
ad un Sirtaki egeo,
nelle sere d'inverno, nella solitudine,
suona al piano le note struggenti
dell'Adagio di Albinoni.
Parlami ancora del mio non essere,
delle mie labbra senza parole,
dei miei occhi senza luce,
del mio cuore senza battito,
del mio Nulla senza domani!

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • Maria Piera Pacione il 18/12/2009 23:49
    le lacrime sono il mio commento... sei molto profondo con e tue poesie... bravo
  • Ruben Reversi il 24/10/2009 19:51
    grazie dolcissime kartika e loretta. bacio ruben
  • loretta margherita citarei il 23/10/2009 19:51
  • Kartika Blue il 23/10/2009 19:10
    una poesia bellissima su un argomento cosi' delicato!
  • Ruben Reversi il 23/10/2009 15:38
    grazie Stefania, vedi è il dolore accorato di un bambino mai nato, che conserva il legame di sangue e di radici con la madre. Rimasto memoria amorfa, chiede alla madre di amarlo, perchè soltanto lei può amare un figlio.
    È le chiede le piccole cose e le grandi cose che un amadre può dare al piccolo figlio. le poesie di neruda, le canzoni di Brel, l'adagio di Albinoni. Le chiede di descriverlo, nel suo amore, di come avrebbe potuto essere, nel respiro,
    nelle aprole d'amore, in un battito nuovo. garzie ancora stefania. bacio ruben
  • stefania saglioni il 23/10/2009 15:26
    Bambini mai nati e bambini nati ma, non amati. Triste la realtà che ci colpisce. Mi piace.
  • Ruben Reversi il 23/10/2009 13:58
    Grazie a te francesco per la tua sensibilità. ruben
  • Francesco Giofrè il 23/10/2009 11:37
    bellissima
    grazie
  • Ruben Reversi il 23/10/2009 11:12
    Grazie Salvatore! Ruben
  • Salvatore Ferranti il 23/10/2009 09:29
    malinconica, ma molto bella. complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0