username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Piove

Piove
grosse gocce appannano i miei vetri
molte resistono sulla superficie liscia
alcune scivolano
lasciando scie trasparenti
il vento tormenta le precarie foglie
dell'albero del nespolo
posso vederne gli effetti
un angolo della finestra
non me lo impedisce
ad intervalli i tuoni si alternano ai lampi
che non illuminano il cielo
è ancora giorno
in casa mi sento protetto
i muri asciutti sanno dare conforto
anche se sono bianchi
ma con un po' di immaginazione
diventano azzurri
come il cielo di ieri...
come il mondo che vorrei...
Ma oggi piove
nuove gocce hanno invaso i miei vetri
non vedo più alcun albero
sono freddo
l'acqua ha stravinto ormai

 

1
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Marhiel Mellis il 23/10/2009 14:52
    Eh sì.. l'effetto della pioggia sui nostri pensieri non aiuta mai alla fine. Densa di poetica malinconia.
  • Anonimo il 23/10/2009 13:32
    L'uomo sballottato dall'altalena degli eventi, a giorni il sereno, a giorni fulmini si abbattono sul suo cammino, in ogni caso cerca nel suo profondo un angolino dove stare all'asciutto, dove il mondo in bianco e nero si tinge d'azzurro, di libertà, dove l'uomo può librarsi senza pesi. Complimenti, ciao
  • Patty Portoghese il 23/10/2009 11:51
    Descrittiva del tuo senso di vivere. Bella. Hai ascoltato l'ultima canzone di Britti?
  • Anonimo il 23/10/2009 11:08
    Ieri il tuo mondo era azzurro e oggi piange...
    Ti abbraccio
    Dani

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0