PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Fiesole 24 ottobre 1972

Dove Firenze
si fa sole

l'Amore
diventa
solitudine

fra le armoniose
colline del suo Cuore
tutti i guai confluirono
sulla fatale via
d'uno sfascio divino

La macchina
si schiantò

non era una lancia di fuoco
ma la Daf di un tulipano
di Amsterdam
con il turbante fumoso
di un afgano nero

in metrica barbara
contro un cipresso
alto e schietto
di quelli cari al Carducci

Ucci ucci
era il duro tempo
Arturo
degli assassini
suicidi
dalla val vola
di vita
guasta
in un mare
d'arco baleno
d entro
di con fuso
agitato
colore

la mia anima
non volò in cielo
rimase intrappolata
nelle l ami ere
di non so quale desti no

incastrata
nel tetraplegico

12

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • giusi boccuni il 24/10/2009 11:22
    bellissima, Vivi, l'ho vissuta e sentita intensa mente con te... abbiamo un punto comune di inizio, una impensabile nuova nascita, in quel fatidico 1972
  • Anna G. Mormina il 24/10/2009 10:38
    ...
  • Anonimo il 24/10/2009 08:52
    .. muta..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0