accedi   |   crea nuovo account

La dimensione dell'incubo vita nella casa delle stelle

Ti abbraccio
a braccia aperte
nella sensibilità del mio cuore

mentre mi calpesti con i Tuoi piedi di fango

squadri il mio viso
dalle pareti dei Tuoi occhi

inchiodi
dolorosi
chiodi

chi odi
odi
sempre
chi ama

forse
le mie fragili rette costruzioni dai giochi sognanti sferici cubi

castelli
in
raggi
di luce

dalle orme
infinite

costruiti
chiamati
a gran voce

dormi
in culla a me
bisogno

nel mio essere figlio del Sogno

 

2
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 28/05/2010 21:25
    Grande musicalità, davvero, ho dovuto per forza scandirla a gran voce, i miei complimenti!
    Paolo
  • Donato Delfin8 il 25/10/2009 20:43
    Bravo Vincè
  • Anna G. Mormina il 25/10/2009 14:41
    ... sognare d'essere Tuo figlio e di agire, come Tu, Signore, faresti...
    Bellissima e, mi fa sognare...!!!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0