PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Desiderio di purezza

Vorrei rubare gli occhi
spalancati di mia figlia
per avere uno sguardo
sorpreso di tutto.

Vorrei farmi prestare
la sua innocenza
per non cadere
nelle braccia del nulla.

Vorrei possedere
l'instancabile sua voglia
di riprendere il gioco
per dirti umilmente:
« Sono pronto a tornare
ancora una volta
l'uomo che speri da me».

 

2
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Silvia Pag il 04/11/2009 13:17
    Speranzosa e malinconica, piena di dolcezza da dedicare a chi si ama. Molto bella
  • Ugo Mastrogiovanni il 02/11/2009 20:01
    Ecco finalmente un uomo che non ha avuto ambizioni universalistiche, ma solamente fiducia nella ragione e negli affetti del suo mondo, per quanto piccolo possa essere quello della famiglia. La lirica di M. Cortese trova spunto dalla purezza della sua creatura e si fa pura, semplice e autentica come lei.
  • Marcello Caloro il 26/10/2009 19:00
    Apparentemente lieve, sospesa, nasconde una sofferta richiesta...
    Un gioco? reinventarsi quotidianamente è un faticoso lavoro, farsi accettare per quello che si e diventati col tempo, arduo... Piaciuta.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0