accedi   |   crea nuovo account

Alcool

Alcool amico unico e sincero, a te devo salute e benessere. L'addio che faccio a te, non è privo di tanti perché,
ma tristemente non puoi più aiutarmi.
Tu, amante desiderio di un sistema corrotto,
hai abbracciato i miei ripudiati sensi e li hai spinti verso un mondo paradisiaco molto molto lontano.
E tanto vicino mi sei stato non chiedendo nulla in cambio, ma cercando solo di aiutarmi a dimenticare.
Ora però devo dirti addio mio caro amico, l'esigenza di continuare a vivere mi spinge a cercare
nuovi traguardi,
nuovi obbiettivi e ancora... nuovi tramonti

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Giuseppe ABBAMONTE il 20/06/2011 10:24
    Gianca
    non l'avevo letta all'epoca ed ora mi sembra del tutto fuori tempo.
    L'alcool, segno di debolezza, si può abbandonare non appena si trova la forza per ritornare in sè e capire che il mondo e la vita sono bellissimi. Malgrado tutto.
    Ciao
    Papà
  • Mario Abbamonte il 03/06/2011 16:53
    a GIANCà, da fratello minore devo dirti che forse è arrivata l'ora... dajeeeeeeeeeeeeee
  • claudia checchi il 10/11/2009 15:06
    bravissimo, è un buon insegnamento di coraggio, spero serva ad altri.. complimenti per avere avuto la costanza di dire basta... un abbraccio...
  • francesca cuccia il 26/10/2009 19:08
    Bellissima spero chi la legga ed ha bisogno lo aiuti ciao un abbraccio.
  • francesca cuccia il 26/10/2009 19:07
    Bravo Giancarlo, dire basta... la vittoria per riprendere se stessi e vivere.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0