accedi   |   crea nuovo account

Roma

Roma non mi era
mai sembrata così bella
mentre la passeggiavo
muto, bagnato di Luna.

Eterna la mia rassegnazione,
non la città, non la storia,
cremisi di paziente umiliazione,
gloria d'indelebili silenzi.

Conserva a me il ricordo
di questa sera. Magna cum cura,
le dicevo, ti sarò vicino.
Semper. Ora per me, adesso.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Martina Bianchi il 02/04/2008 18:09
    Beh, visto che devo andare a Roma tra 4 gg questa poesia cade a pennello cmq molto carina, hai descritto in un modo molto narrativo una città così bella. Baci.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0