username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Il cerchio

Giro nel cerchio
impazzito di stizza, dove
la luna non è mai entrata
e il violino non ha mai cantato.
Sbatto nel cerchio
le mie cento teste
contro le sue cento porte
sbarrate.
Piango nel cerchio
di rabbia sabbiosa, sicuro che un giorno
potrò respirare
l'aria e il vento.
Continuo nel cerchio
a cercare una via d'uscita
sogno succulento
dei miei giorni
circolari.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Ettore Smith il 28/01/2010 22:03
    il cerchio rappresenta la perfezione, vivere una vita perfetta non sarebbe male, ma è molto meglio il labirinto dove tutto sembra diverso ma uguale, dove non si distingue nulla, solo confusione, perfetta confusione, una labirinto chiuso..
  • Anonimo il 27/10/2009 18:28
    Il cerchio che non ha un inzio e non ha una fine che sembra secolarizzare la nostra vita esci fuori e sarai salvo
  • mariella mulas il 27/10/2009 13:57
    Cerchio che imprigiona forse... ma solo sensazioni da far "evadere". Intenso pensiero.
  • Anna Maria Russo il 27/10/2009 10:58
    ti capisco a volte mi sento pure io chiusa in un cerchio e non avere via d'uscita come un animale in gabbia... bella
  • Giuseppina Iannello il 27/10/2009 09:43
    La Tua poesia è molto sentita e merita 5stelle. Io sento l'esigenza però di dirTi un mio pensiero al quale sono approdata soltanto di recente: nel cerchio c'è un punto centrale, da cui si partono tanti raggi che vanno verso l'Infinito. Fino a pochissimo tempo fa, pensavo proprio come Te.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0