PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'anima di lei

certo conosco
del suo corpo
il fremito
e lo sguardo
tolto
dei suoi occhi


e quel suono sottile
che accompagna
la parola al gemito
e seni bianchi
e carezze tese
conosco

ma l'anima sua
è
bassorilievo di dune
la sua pelle
se la sfioro appena
due ciuffi d'erba
gli occhi
sul gesto inatteso

con le mani
disegno nell'aria
figure
per i giochi
nell'anfiteatro
di marmo bianco
del suo sorriso

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Maurizio Gagliotti il 03/02/2008 12:02
    Assolutamente sensuale.
  • Anonimo il 01/06/2007 14:58
    Che peccato quella congiunzione avversativa proprio a meta' di un percorso percorso cosi' delicato e raffinato e poi il gelo del marmo bianco che pietrifica.
  • Susanna Melis il 20/10/2006 08:22
    È vissuta, è vera. Eppure noto una nota di rimpianto, come se la conoscenza di quest'anima non sia stata abbastanza profonda.
  • alberto accorsi il 18/10/2006 23:51
    Un prezioso cammeo.
  • Ivan Iurato il 18/10/2006 16:05
    Sottile panneggio d'un anima che, di certo, t'ha rapito il cuore ed il corpo... bella.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0