accedi   |   crea nuovo account

Il Primo Chiodo

La Scuola
potente spirito di socializzazione

Mucchi di giovani camminano

        verso est

                    verso sera

Anch'io cammino
verso est
con gli occhi rivolti ad ovest

il tuo collo verso ovest

i miei occhi sul tuo collo
                              Bianco Lungo
                                Modigliani
un'opera d'arte
adolescenza
chi ti fa volare non ti agita il sangue
chi ti agita il sangue non ti fa volare
Tu mi fai volare e Tu mi agiti il sangue
Tu mi fai scrivere di te
così che parlo di me
e del tuo collo
che mi fa immaginare la tua schiena
tavola imbandita di prelibatezze rare
Tu malizioso Angelo
Acqua Santa che bolle
Divina Carne che cede
              al primo chiodo conficcato nella croce

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

12 commenti:

  • Donato Delfin8 il 19/01/2009 02:54
    Passionale. Bella grazie a presto
  • Marta Niero il 18/11/2007 17:12
    decisamente poco convenzionale.. e la sua bellezza sta proprio qui, nella sua personalità..
    un sapiente mix di sacro e profano.. tra i palpiti del cuore e la passione che avanza. bravo
  • aurora marella il 06/11/2007 15:52
    una poesia per me è poesia se mi passa sensazioni. pelle. questo scritto è poesia per me. mi arriva addosso come la cascata di acqua gelata in estate. impatto. sono d'accordo:chi fa volare agita il sangue e fa la vita. amo le maiuscole dove vuole il poeta, non dove vuole l'ortografia. ciao aurora
  • alberto accorsi il 27/07/2007 20:54
    Boh!
  • Riccardo Brumana il 21/03/2007 13:47
    molto intrigante, bellissima
  • augusto villa il 09/11/2006 14:58
    bella l'immagine di quel collo lungo e bianco... e di cio che ti fa immaginare...
    mi piace il contrasto "acqua santa che bolle"... Ciao
  • Susanna Melis il 22/10/2006 09:46
    È poco leggibile, la musicalità del testo è spezzata in più punti. Non apprezzo per niente il contenuto che fa trasparire una visione deviata della maliziosità dell'adolescente, che niente ha a che fare con la tua, credimi!
  • Ivan Iurato il 20/10/2006 16:13
    Certo, poco convenzionale lo stile, innovazione che si ripercuote sulla sistemazione stessa del testo, mi ha ricordato alcune poesie di Dylan Thomas, dove la sistemazione del testo era, appunto, la chiave di volta per capire un suo determinato scritto. mi lasciano perplesso alcune finali strofe: "chi ti fa volare non ti agita il sangue
    chi ti agita il sangue non ti fa volare
    Tu mi fai volare e Tu mi agiti il sangue
    Tu mi fai scrivere di te"
    troppo filastrocca e poco poesia, a mio modestissimo parere. A rileggerti.
  • sergio vassetti il 20/10/2006 15:05
    finalmente uno stile non convenzionale per raccontare la debolezza, lo smarrimento, la passione, la consapevolezza
    bravo!
  • Anonimo il 20/10/2006 12:23
    Mi sa tanto di geniale. Mi commenti? ci tengo. Grazie ciaoooo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0